Il Charter nautico

I Consigli e le Informazioni preziose per imparare a selezionare una vacanza in barca: da dove cominciare?

 

Spesso l’utente si accinge alla ricerca di una barca da selezionare per una vacanza unica all’insegna del divertimento e del relax. Ma da dove cominciare? L’offerta, appare ampia e variegata e con l’avvento di “internet”, è sempre più comune cercare in rete un’agenzia, un last minute, un punto di riferimento da cui partire. Nel proprio piccolo, ogni potenziale consumatore, esercita un’indagine di mercato, ricercando per tutte le vie del cyberspazio l’offerta più adatta alle proprie esigenze e al costo più conveniente. Certo è comodo, stare seduti dietro al proprio PC e prenotare con un click, ma è sempre bene seguire un criterio ben preciso imparare a scegliere valutando non solo la qualità e il costo della barca prescelta ma anche il tipo di contratto che la società armatrice o l’agenzia vi sottopone, dove purtroppo nel caso del charter nautico, spesso la manca  chiarezza e competenza da parte degli operatori.

Innanzitutto, è bene distinguere due principali tipologie contratti legati al charter nautico: Il contratto di Noleggio ed  il contratto di Locazione di unità da diporto.

Il Contratto di NOLEGGIO di unità da diporto, è quel particolare contratto che regola il rapporto tra due soggetti, (armatore e noleggiatore), dove prevede che l’armatore, (società di charter proprietaria dell’ imbarcazione) effettui un viaggio per conto del noleggiatore (cliente turista), il quale usufruisce dell’imbarcazione messa a disposizione e armata di equipaggio regolarmente imbarcato, (marittimi professionisti arruolati dall’armatore), dove il noleggiatore non avrà alcuna responsabilità nascente dalla stessa  navigazione,  la quale prevede e spesso genera il cosiddetto rischio nautico, inoltre il noleggiatore non avrà nessun obbligo in merito alla gestione amministrativa e normativa che attiene all’arruolamento dell’equipaggio, poiché sarà la società armatrice che si obbliga, in forza del contratto di noleggio, ad esercitare la navigazione a favore del  noleggiatore il quale è considerato alla stregua di un viaggiatore, dove quest’ ultimo avrà il diritto di ordinare a seconda dei propri desideri una destinazione da raggiungere o una rotta da percorrere. Chiaramente resta ferma la facoltà del comandante di decidere se la richiesta può essere accolta o meno, in funzione di diversi  fattori che potrebbero coinvolgere o meno la sicurezza stessa dell’unità. Il Comandante, infatti, ha il dovere di osservare i Bollettini Meteo, emessi dalle fonti ufficiali riconosciute dallo Stato, come ad esempio per l’Italia, l’Aeronautica Militare, le quali informazioni assunte, rappresentano la condizione per il rilascio o per il rifiuto della partenza da parte del Capo della Spedizione ( il Comandante). Il quale ha l’onere di Condurre, sempre, la nave lungo la rotta più breve e più sicura.

Il Contratto di Locazione di unità da diporto.

Il contratto di Locazione di Unità da Diporto, è quel particolare contratto dove il locatore (agenzia di charter proprietaria o armatrice), concede in uso l’unità al locatario (cliente), che paga un corrispettivo (fitto), per potere godere autonomamente del natante per un determinato periodo di tempo. Il locatario in questo caso eserciterà  personalmente la conduzione dell’unità, alla stessa stregua di  un armatore, assumendosene  i rischi e oneri nei confronti di terzi (eventuale skipper professionista, non regolarizzato), nascenti dall’attività del navigare. Questa fattispecie di contratto ricorre con una forte percentuale,  nei casi in cui  l’utente va ad affittare le  unità a vela proposte dalla moltitudine di agenzie che operano nel cosiddetto settore del charter nautico a a vela e delle piccole unità a motore.

Le conclusioni:

Il Contratto di Noleggio vi manleva da ogni responsabilità verso i terzi, che potrebbe derivare dall’esercizio della navigazione

Il Contratto di Locazione vi espone a molte responsabilità in quanto sarete voi a condurre la navigazione in prima persona. Ricordatevi che lo skipper che avrete richiesto all’agenzia, sarà un vostro dipendente che interviene a bordo nella figura del marittimo comandante, che come tale dovrà essere da voi regolarizzato dal punto di vista amministrativo (assunzione con imbarco ufficiale da formalizzare presso l’autorità marittima più vicina al luogo in cui si trova l’unità).

Telefono: 340 6261284
Via G. Garibaldi, 219, 98122 Messina